L’amore oltre i limiti

http://www.gofundme.com/9kkmm-kind

Oggi finalmente sale l’emozione. Non sono triste e non sono affranta per quello che vedo nelle strade tutti i giorni. Sono forte e sono pronta, e sono qui per vedere e conoscere meglio la realtà umana. La accetto, la devo accettare, anche perché qui la povertà fa parte di un concetto culturale, le caste. Ed io non sono qui per cambiarlo, ma per comprenderlo e accoglierlo nel mio cuore, e fare il possibile per rendere le giornate di alcuni un po’ migliori. Ma più mi avvicino al cuore della gente e più lo sento. È questo incontro che mi sfracella, che mi riempie, che cambia e trasforma la realtà fuori e dentro di me. Che mi cambia. Per sempre. Lo sapevo.

Premetto che non sono cattolica. Ho una formazione cattolica che non disdegno. Ma cerco di rimanere aperta a tutto.
Lascio che ciò che sento che è buono per me entri, senza confini di pensiero, filosofia o religione.

Lo dico perché quando voglio parlare di ciò che mi commuove nelle suore è perché capiate che non sono di parte. Parlo di amore universale. Di quell’amore che spinge certe persone a dedicarsi totalmente a qualcun’altro.
E chi ha figli lo sa bene….

Oggi guardavo Suor Karuna, la boss del centro delle ragazze con disabilità fisiche e mentali. La guardavo preparare le sue ragazze per la festa di compleanno. La guardavo vestirle, pettinarle, truccarle, far soffiare ad ognuna le candeline sulla torta di compleanno. Quindici ragazze e per ognuna lo stesso entusiasmo, la stessa dedizione. Lo stesso amore.
Tutti gli anni, tutti i mesi, tutti i giorni, tutte le ore, tutti i minuti.
Che benedizione.
Queste ragazze nella loro sfortuna, sono tremendamente fortunate. Hanno medicine, cibo, un letto pulito, vestiti puliti e la buona compagnia di suore, masi e volontari. 

Poi c’è un’altra suora, che viene a stendere.
È una chiacchierona, parecchio bigotta e così mi piace scherzare e provocarla un po’ 

Oggi ho messo altri fili per stendere e le Masi erano al settimo cielo. Già mi amano perché ho reso la loro vita parecchio più semplice.
E così hanno voluto sapere il mio nome e qualcosa della mia vita privata. La suora chiacchierona era presente, anzi traduceva per me alle Masi che parlano Bengalese… e così ho detto che ero “felicemente single e che non volevo uomini fra i piedi” 
…. così tanto per provocare e per farle ridere dicevo:
“UOMINI BIG PROBLEM!!!”
Loro ridevano, mentre la suora iniziava il suo sermone  sul fatto che “io dovrei sposarmi e fare figli e soprattutto andare in chiesa, perché chi non va in chiesa è peccatore!!!!”.
“If you don’t go to church you’re sin!!!” 
Mi fa veramente simpatia. Suor Sermone è il suo nick name.
Buona serata a tutti.

Grazie mille per essere con me  ❤
Be K-IND, ci vediamo a Calcutta!

http://www.gofundme.com/9kkmm-kind

Un pensiero su “L’amore oltre i limiti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...